L’entrata in funzione delle nuove norme sull’agroalimentare


Le nuove norma in materia di agroalimentare sono entrate in vigore lo scorso 24 ottobre. Le novità consistono nell’obbligo della forma scritta, un contenuto essenziale, termini molto stringenti per i pagamenti (30 giorni per i prodotti deteriorabili e 60 giorni per gli altri). I contratti non in regola si possono adeguare entro il 31 dicembre 2012 esclusivamente rispetto ai requisiti formali del contratto stesso. Al fine è necessario distinguere contratti scritti e contratti verbali: per i primi, il decreto applicativo prevede che se sono stati stipulati prima del 24 ottobre 2012, e sono vigenti dopo tale data, qualora non contengano tutti gli elementi previsti dal comma 1 dell’art. 62, possano essere completati e adeguati entro il 31 dicembre 2012; per i secondi, non essendo contemplati dall’art. 62, devono essere stipulati in forma scritta e devono contenere i requisiti prescritti dalla legge, per evitare le sanzioni previste. I contratti non stipulati in forma scritta devono essere definiti entro la data del 31 dicembre 2012.


Partecipa alla discussione sul forum.