Legge di stabilità: la stima degli immobili categoria D ed E


La legge di stabilità n. 208/2015 vara, con decorrenza dal 1° gennaio 2016, una nuova disciplina per la determinazione della rendita catastale degli immobili censiti nei gruppi catastali D ed E. Dagli elementi da computare nel calcolo della rendita sono esclusi i macchinari, i congegni, le attrezzature e gli altri impianti funzionali allo specifico processo produttivo; restano, invece, soggetti al processo di valutazione catastale, il suolo, le costruzioni e i soli impianti a essi strutturalmente connessi che accrescono normalmente la qualità e utilità dell’unità immobiliare.


Partecipa alla discussione sul forum.