Legge di stabilità: le spese mediche nel 730 precompilato

di Redazione

Pubblicato il 26 ottobre 2015

Il disegno di Legge sulla stabilità mette uno stop anche alle duplicazioni delle spese mediche da inserire nel 730: basteranno le sole informazioni trasmesse da medici, ospedali e farmacie tramite il Sistema tessera sanitaria per adempiere ai fini previsti dallo spesometro, e quelli della inclusione nel modello 730. Le nuove disposizioni di semplificazione per la precompilata prevedono che siano trasmessi al Sts i dati relativi alle prestazioni sanitarie erogate non solo dai soggetti accreditati al Servizio sanitario nazionale, ma anche dai soggetti autorizzati, che soddisfano requisiti minimi basali, quali, per esempio, sicurezza e igiene. Gli obblighi di trasmissione da parte dei medici curanti sono da intendersi sulle prestazioni erogate dal 2015.