Legge di bilancio 2018: i nuovi termini per l'assistenza fiscale

Legge di bilancio 2018: i nuovi termini per l'assistenza fiscale

Numerose e rilevanti sono anche le novità che la legge di bilancio ha introdotto rispetto alle scadenze previste in materia di svolgimento dell’assistenza fiscale per le imprese e per i dipendenti. Viene modificato l’articolo 13 del decreto (n. 164/1999) e si stabilisce che il modello 730 può essere presentato: entro il 7 luglio dell’anno successivo a quello cui si riferisce la dichiarazione, al proprio sostituto d’imposta, che presta l’assistenza fiscale (scadenza invariata – il 7 luglio 2018 cade di sabato, quindi il termine slitta al 9 luglio); entro il 23 luglio dell’anno successivo a quello cui si riferisce la dichiarazione, a un Caf-dipendenti, unitamente alla documentazione necessaria all’effettuazione delle operazioni di controllo (il termine precedentemente previsto era il 7 luglio). Viene modificato anche il comma 1-bis dell’articolo 16; ora prevede che i Caf-dipendenti e i professionisti abilitati, fermo restando il termine del 10 novembre per la trasmissione delle dichiarazioni integrative, comunicano all’Agenzia delle entrate il risultato finale delle dichiarazioni, consegnano al contribuente la copia della dichiarazione e il prospetto di liquidazione e trasmettono all’Agenzia le dichiarazioni predisposte, entro i seguenti termini: il 29 giugno, per le dichiarazioni presentate dal contribuente entro il 22 giugno; il 7 luglio, per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 23 al 30 giugno (per il 2018, il termine slitta al 9 luglio, dato che il 7 cade di sabato); il 23 luglio, per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 1° al 23 luglio.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it