Lavoro: trovato l’accordo sui premi di produttività

di Redazione

Pubblicato il 23 novembre 2012



Il Governo ha informato di aver raggiunto un accordo con le parti sociali, con esclusione della Cgil, sulla detassazione dei premi di produttività. I punti importanti sono: attribuzione alla contrattazione collettiva nazionale della tutela del potere di acquisto dei salari; valorizzazione della contrattazione di secondo livello affidandole parte degli aumenti economici disposti dai rinnovi contrattuali con l’obiettivo di sostenere l’incremento della produttività; regolamentazione contrattuale dei rapporti di lavoro in base alle esigenze degli specifici contesti produttivi di riferimento; riordino delle mansioni con lo scopo di renderle equivalenti; riorganizzazione del lavoro, dell’orario di lavoro e distribuzione flessibile all’impiego di nuove tecnologie; agevolazione al passaggio dal lavoro alla pensione; introduzione, entro i limiti di legge e delle risorse economiche, di misure di defiscalizzazione del salario di produttività; incrementazione dei salari netti percepiti dai lavoratori grazie a misure di defiscalizzazione per le quote di incrementi salariali legate all’incremento della produttività.