Lavoro: sanzioni per omessi versamenti contributivi


Sanzioni differenziate per l’omesso versamento dei contributi previdenziali trattenuti nella busta paga dei dipendenti da parte dei datori di lavoro. Se la somma non pagata è inferiore a 10 mila euro si applica una sanzione amministrativa da 10 mila a 50 mila euro. Se i contributi evasi superano i 10 mila euro, scatta il penale. In ogni caso, qualora il datore di lavoro provveda al versamento degli importi dovuti entro tre mesi dall’accertamento le sanzioni non si applicheranno. I verbali di accertamento della Gdf dovranno contenere un’invito al versamento entro i 90 gg, con l’avvertimento che il perdurare dell’inadempimento comporterà l’applicazione delle sanzioni di legge. Così recita una circolare diffusa il 2 luglio scorso dal comando generale delle Fiamme gialle alle strutture territoriali.

 


Partecipa alla discussione sul forum.