LAVORO: novità per maternità e paternità

Sinteticamente le novità contenute nell’art. 2, commi da 452 a 456, della legge 244/2007 (Finanziaria 2008) in tema di congedi di maternità e parentali nei casi di adozioni e affidamenti, sono: il periodo di congedo di maternità per la lavoratrice che adotti un minore passa da tre a cinque mesi. In caso di adozione nazionale, il congedo può essere utilizzato durante i primi cinque mesi successivi all’effettivo ingresso del minore in famiglia; in caso di adozione internazionale, invece, tale congedo può essere fruito anche prima dell’ingresso del minore in Italia. I congedi parentali spettano, in caso di adozione (nazionale e internazionale) e affidamento, qualunque sia l’età del minore, entro otto anni dall’ingresso del minore in famiglia, e comunque non oltre il raggiungimento della maggiore età. L’indennità economica del 30% è dovuta, per un periodo massimo complessivo di sei mesi tra i genitori, nei primi tre anni dall’ingresso del minore in famiglia.


Partecipa alla discussione sul forum.