LAVORO: le dimissioni del lavoratore tornano in forma libera


Uno dei punti della manovra d’estate è l’abolizione della legge 188/2007 che imponeva ai lavoratori l’obbligo di comunicare le proprie dimissioni. Esattamente dall’entrata in vigore del DL 112/2008, viene meno l’obbligo, in vigore dal 5 marzo 2008, che aveva creato non pochi problemi gestionali. Anche se l’intento legislativo era volto ad evitare comportamenti scorretti di alcuni datori, che di fatto “imponevano”, in alcuni casi, le dimissioni del lavoratore, ci si è accorti come l’intervento non risolveva il problema. Infatti, non solo era esclusa la procedura di risoluzione consensuale, ma nessun controllo si poteva fare sull’accesso diretto del lavoratore al programma di accreditamento e compilazione del modello di dimissioni, che avrebbe potuto essere utilizzato da chiunque. Infine era molto ampio l’ambito di applicazione della normativa.


Partecipa alla discussione sul forum.