Lavoro: l’accordo sindacale abbassa i limiti temporali di intervallo tra un contratto a termine e l’altro

Chiarimenti ministeriali in merito la riforma Fornero circa gli intervalli di tempo necessari per la stipula di diversi contratti a termine tra uno stesso datore di lavoro ed un dipendente, spiegano che è possibile ridurli solo grazie agli “accordi di livello interconfederale o di categoria” e “per esigenze riconducibili a ragioni organizzative qualificate”. In altre parole, ogni volta che un contratto collettivo di qualsiasi livello preveda casi di riduzione di detti intervalli stabiliti a: 60 gg per i contratti inferiori a 6 mesi e 90 gg per quelli superiori a 6 mesi, basta l’accordo sindacale per abbassare l’intervallo di attesa a 20/30 giorni in luogo dei suddetti termini (circolare n. 27/2012 del Ministero del Lavoro).


Partecipa alla discussione sul forum.