LAVORO: la tutela dell’apprendista in caso di crisi aziendale

Nell’interpello 69 del Ministero del lavoro datato 10 settembre si riconosce all’apprendista un doppio sostegno al reddito in caso di crisi aziendale: quello previsto dalla cassa integrazione in deroga (DL 185/2008) e quello della piccola solidarietà (legge 236/1993). La piccola solidarietà è indirizzata alle imprese che non sono destinatarie di cassa integrazione. Questa forma di sostegno al reddito prevede che venga corrisposto, per un periodo massimo di due anni, un contributo pari alla metà del monte ore retributivo non dovuto dalle aziende a seguito della riduzione di orario. In tal modo è possibile fruire contestualmente del contributo integrativo di solidarietà e del trattamento di integrazione salariale da parte del personale assunto con contratto di apprendistato. Nella circolare 20/2004 il Ministero ha chiarito che il contributo di piccola solidarietà non ha natura di retribuzione ai fini degli istituti contrattuali e di legge, compresi gli obblighi contributivi previdenziali ed assistenziali.


Partecipa alla discussione sul forum.