Lavoro: la legge di bilancio aumenta le sanzioni in caso di violazioni

di Angelo Facchini

Pubblicato il 18 gennaio 2019

La legge di bilancio 2019 rivede le sanzioni in materia lavoro. Aumentano del 20% le sanzioni per lavoro nero: da 1.800 a 10.800 euro per ciascun lavoratore irregolare sino a 30 giorni di lavoro effettivo; da 3.600 a 21.600 euro da 31 e fino a 60 giorni di lavoro effettivo; oltre 60 giorni di lavoro effettivo da 7.200 a 43.200 euro.  Per le violazioni in materia di orario di lavoro settimanale e riposi settimanali, gli importi sono compresi tra 120 e 900 euro (con picchi fino a 6.000 euro per reiterazioni). La violazione dei termini di fruizione delle ferie annuali sopporta una sanzione compresa tra 120 e 720 euro (che può salire fino a 5.400 euro in casi specifici). La sanzione per mancato riposto giornaliero varia da 60 a 180 euro (che può salire fino a 1.800 euro in casi specifici).