Lavoro: la conversione del Dl “lavoro”


La Camera ha approvato in via definitiva il disegno di conversione in legge del Dl n. 34 del 20 marzo 2014. Il decreto contempla disposizioni urgenti per favorire il rilancio dell’occupazione e per la semplificazione degli adempimenti a carico delle imprese. I punti principali interessano: contratti di lavoro a termine; contratto di apprendistato; servizi pubblici per l’impiego; semplificazioni in materia di documento unico di regolarità contributiva; contratti di solidarietà. Riguardo i contratti a termine, sono introdotte modificazioni al D.Lgs n. 68/2001 e al D.lgs. n. 276/2003: tra le novità è previsto l’aumento da 1 a 3 anni, sino a massimo di 5 proroghe, della durata del rapporto a tempo determinato che non necessita dell’indicazione della causale per la sua stipulazione.


Partecipa alla discussione sul forum.