LAVORO: iscrizione all’albo I.N.P.G.I. per i giornalisti


La sentenza di Cassazione n. 3385/2011, entra nel merito del rapporto di lavoro giornalistico. In particolare asserisce che la mancanza dell’iscrizione nell’Albo dei praticanti giornalisti comporta la nullità del contratto di lavoro per violazione di legge, non sanabile con la successiva retrodatazione dell’iscrizione stessa. Tuttavia, non derivando detta nullità da illiceità dell’oggetto o della causa, non esclude che l’attività svolta conservi giuridica rilevanza ed efficacia ai sensi dell’art. 2126 del Codice Civile. Il periodo in cui il rapporto ha avuto esecuzione dà diritto al lavoratore al trattamento economico e previdenziale, ma non obbliga all’assicurazione presso l’Istituto Nazionale di Previdenza dei Giornalisti Italiani, il cui fondamento è originato dall’iscrizione all’Albo e non solo dalla natura dell’attività svolta.


Partecipa alla discussione sul forum.

LAVORO: iscrizione all’albo I.N.P.G.I. per i giornalisti


La sentenza di Cassazione n. 3385/2011, entra nel merito del rapporto di lavoro giornalistico. In particolare asserisce che la mancanza dell’iscrizione nell’Albo dei praticanti giornalisti comporta la nullità del contratto di lavoro per violazione di legge, non sanabile con la successiva retrodatazione dell’iscrizione stessa. Tuttavia, non derivando detta nullità da illiceità dell’oggetto o della causa, non esclude che l’attività svolta conservi giuridica rilevanza ed efficacia ai sensi dell’art. 2126 del Codice Civile. Il periodo in cui il rapporto ha avuto esecuzione dà diritto al lavoratore al trattamento economico e previdenziale, ma non obbliga all’assicurazione presso l’Istituto Nazionale di Previdenza dei Giornalisti Italiani, il cui fondamento è originato dall’iscrizione all’Albo e non solo dalla natura dell’attività svolta.


Partecipa alla discussione sul forum.