Lavoro: indennità di maternità per i coadiuvanti familiari


La Direzione Generale per l’attività Ispettiva del Ministero del Lavoro, in risposta all’interpello n. 10 del 17 aprile 2015, ha chiarito che il principio di automaticità delle prestazioni previdenziali non si estende alle lavoratrici familiari coadiuvanti dell’imprenditore che partecipano in modo prevalente e continuativo all’attività di impresa e che non abbiano instaurato con l’imprenditore un rapporto di lavoro subordinato. Detto principio nasce proprio in favore dei lavoratori subordinati al fine di garantire il loro diritto soggettivo all’integrità contributiva e di non far ricadere su di loro i rischi di un eventule inadempimento del datore di lavoro.


Partecipa alla discussione sul forum.