Lavoro: il nuovo contratto industria metalmeccanica


Gli importi variabili stabiliti con il secondo livello sono salvi. L’accordo di rinnovo del contratto collettivo per l’industria metalmeccanica ridefinisce il ruolo e gli ambiti di intervento dei due principali livelli negoziali; il contratto nazionale viene chiamato a garantire il recupero del potere di acquisto, mediante un meccanismo che consente di allineare la crescita delle retribuzioni al valore effettivo dell’inflazione. Per arrivare al risultato, nel mese di maggio di ciascun anno le parti si dovranno incontrare per calcolare, utilizzando i dati dell’Istat, il valore dell’inflazione registrata nell’anno precedente con l’indice Ipca, l’indice dei prezzi al consumo armonizzato a livello europeo, al netto dei costi dell’energia importata.


Partecipa alla discussione sul forum.