LAVORO: il licenziamento per calo di fatturato


Secondo la Corte di Cassazione, sentenza n. 4276 del 22 febbraio 2011, la diminuzione del fatturato può giustificare sotto l’aspetto oggettivo il licenziamento di un dipendente, soprattutto nei casi in cui non ci sia possibilità di ricollocare lo stesso all’interno dell’azienda per lo svolgimento di mansioni adeguate al suo livello. Il giudice non può sindacare la scelta datoriale sotto il profilo dell’opportunità economica, non essendo possibile distinguere, ai fini della legittimità del licenziamento, tra carattere provvisorio o definitivo della diminuzione del fatturato.


Partecipa alla discussione sul forum.

LAVORO: il licenziamento per calo di fatturato


Secondo la Corte di Cassazione, sentenza n. 4276 del 22 febbraio 2011, la diminuzione del fatturato può giustificare sotto l’aspetto oggettivo il licenziamento di un dipendente, soprattutto nei casi in cui non ci sia possibilità di ricollocare lo stesso all’interno dell’azienda per lo svolgimento di mansioni adeguate al suo livello. Il giudice non può sindacare la scelta datoriale sotto il profilo dell’opportunità economica, non essendo possibile distinguere, ai fini della legittimità del licenziamento, tra carattere provvisorio o definitivo della diminuzione del fatturato.


Partecipa alla discussione sul forum.