Lavoro: il contratto a termine si trasforma a tempo indeterminato dopo i 36 mesi

Il contratto a termine si trasforma in contratto a tempo indeterminato se si supera il limite dei 36 mesi. Bisogna quindi fare molto attenzione al periodo contrattuale affinché non superi detto limite. Attenzione anche alla successione di più contratti a termine aventi ad oggetto lo svolgimento di mansioni equivalenti: il rapporto di lavoro fra lo stesso datore e lavoratore, se complessivamente supera i 36 mesi, comprensivi di proroghe e rinnovi, si considera a tempo indeterminato dopo che siano ulteriormente decorsi 30 giorni, salvo diverse disposizioni dettate dai contratti collettivi.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it