Lavoro: il congedo per handicap è esteso a familiari e affini entro il terzo grado

di Redazione

Pubblicato il 20 novembre 2013



L'INPS ha pubblicato la circolare n.159 del 15 novembre 2013 che tratta dell'estensione del diritto al congedo straordinario per handicap grave a familiari e affini entro il terzo grado. Nel dettaglio, il congedo può essere riconosciuto secondo il seguente ordine di priorità: il coniuge convivente della persona disabile in situazione di gravità; il padre o la madre, anche adottivi o affidatari, della persona disabile in situazione di gravità, in caso di mancanza, decesso o in presenza di patologie invalidanti del coniuge convivente; uno dei figli conviventi della persona disabile in situazione di gravità, nel caso in cui il coniuge convivente ed entrambi i genitori del disabile siano mancanti, deceduti o affetti da patologie invalidanti; uno dei fratelli o sorelle conviventi della persona disabile in situazione di gravità nel caso in cui il coniuge convivente, entrambi i genitori ed i figli conviventi del disabile siano mancanti, deceduti o affetti da patologie invalidanti; un parente o affine di terzo grado convivente della persona disabile in situazione di gravità nel caso in cui il coniuge convivente, entrambi i genitori, i figli conviventi e i fratelli o sorelle conviventi siano mancanti, deceduti o affetti da patologie invalidanti. Le domande si presentano esclusivamente in modalità telematica, attraverso uno dei seguenti tre canali: WEB; servizio di "Invio OnLine di Domande di Prestazioni a Sostegno del Reddito"; Patronati; Contact Center Multicanale numero verde 803164.