LAVORO: gli accertamenti per il pagamento del contributo sui contratti di solidarietà

Il contributo integrativo Inps sui contratti di solidarietà deve essere richiesto mediante apposita domanda, da redigersi in bollo e spedita alla Direzione provinciale del Lavoro competente secondo la sede legale dell’impresa. Per velocizzare i controlli sulle ore di riduzione e le presenze dei lavoratori in “solidarietà”, deve anche essere indicato il nome del professionista o del centro che tiene il libro unico, se questo non è tenuto dall’azienda. I contratti di solidarietà possono essere stipulati da aziende che operano in ambito Cigs, garantiscono i livelli occupazionali con una riduzione di orario generalizzata, prevedono un contributo del 50% della retribuzione persa dai lavoratori, diviso in pari misura per due anni tra lavoratore e datore. Il pagamento trimestrale avviene da parte dell’Inps ed è sottoposto alla verifica della Dpl. Alla domanda deve essere allegato l’accordo sindacale, la scheda con i dati strutturali dell’impresa, i nominativi delle persone coinvolte.


Partecipa alla discussione sul forum.