LAVORO: gli accertamenti per il pagamento del contributo sui contratti di solidarietà

di Redazione

Pubblicato il 18 giugno 2009



Il contributo integrativo Inps sui contratti di solidarietà deve essere richiesto mediante apposita domanda, da redigersi in bollo e spedita alla Direzione provinciale del Lavoro competente secondo la sede legale dell’impresa. Per velocizzare i controlli sulle ore di riduzione e le presenze dei lavoratori in “solidarietà”, deve anche essere indicato il nome del professionista o del centro che tiene il libro unico, se questo non è tenuto dall’azienda. I contratti di solidarietà possono essere stipulati da aziende che operano in ambito Cigs, garantiscono i livelli occupazionali con una riduzione di orario generalizzata, prevedono un contributo del 50% della retribuzione persa dai lavoratori, diviso in pari misura per due anni tra lavoratore e datore. Il pagamento trimestrale avviene da parte dell’Inps ed è sottoposto alla verifica della Dpl. Alla domanda deve essere allegato l’accordo sindacale, la scheda con i dati strutturali dell’impresa, i nominativi delle persone coinvolte.