LAVORO: da gennaio gli adempimenti del libro unico

Dal 1° gennaio il libro unico cambierà le abitudini dei datori di lavoro e dei professionisti incaricati alla compilazione. Cambierà il calendario delle iscrizioni, prevarranno le violazioni sostanziali su quelle formali, i datori che non istituiranno il nuovo registro rischiano sanzioni da 500 euro a 2.500 euro. Il libro unico sostituisce i libri: matricola, presenze, paga, registro di impresa, libro dei lavoranti a domicilio, registro orario degli autotrasportatori. E’ composto da più sezioni e l’iscrizione del lavoratore equivale alla compilazione del cedolino paga. Vanno iscritti i lavoratori subordinati, i collaboratori coordinati e continuativi, a progetto, gli associati in partecipazione. L’esibizione agli organi di vigilanza và fatta entro la notifica del verbale di primo accesso se il dententore del libro è il datore, entro 15 gg. dalla richiesta degli ispettori se tenuto da intemediari abilitati. La conservazione del libro osserverà il termine di cinque anni dalla data dell’ultima registrazione.


Partecipa alla discussione sul forum.