Lavoro accessorio: tetto elevato a 7.000 euro

di Redazione

Pubblicato il 18 giugno 2015

Il lavoro occasionale aumenta il tetto: si eleva da 5.000 a 7.000 euro. L’iscrizione obbligatoria alla Gestione separata INPS, con il conseguente onere contributivo, scatta ora solo al superamento di quest’ultimo valore. Fermo restando il limite complessivo di 7.000 euro, nei confronti dei committenti imprenditori o professionisti, le attività lavorative possono essere svolte a favore di ciascun singolo committente per compensi non superiori a 2.000 euro. Si attende la pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale.