L’AUTOTRASPORTO DEVE TENERE IL REGISTRO DELL’ORARIO DI LAVORO


L’orario di lavoro delle persone che effettuano operazioni
mobili di autotrasporto deve essere riportato su appositi registri che, prima dell’uso, devono essere vidimati presso la Direzione provinciale del lavoro territorialmente competente. Trova, così, applicazione il DL 234 del 19 novembre 2007, con decorrenza 1° gennaio 2008, ma con entrata in vigore differita, per i lavoratori autonomi, dal 23 marzo 2009. Il decreto trova applicazione nei confronti dei lavoratori mobili alle dipendenze di imprese, stabilite in uno Stato membro dell’Ue, che siano inquadrate nell’ambito dell’attività di autotrasporto di persone e merci su strada contemplate dal regolamento Ce n. 561/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 marzo 2006.


Partecipa alla discussione sul forum.