L’attesa dell’abitabilità fa perdere lo sconto “prima casa”

di Redazione

Pubblicato il 27 febbraio 2014



Il ritardo nel rilascio del certificato di abitabilità di un immobile non evita la decadenza dell’agevolazione “prima casa” per mancato trasferimento della residenza da parte dell’acquirente. Infatti, il contribuente che, a seguito di acquisto di “prima casa”, non trasferisce la residenza nel comune ove è ubicato l’immobile entro il termine di diciotto mesi dalla stipula del contratto di acquisto, decade dalle agevolazioni fiscali previste in tema di imposta di registro (Corte di Cassazione - l’ordinanza n. 2527 del 5 febbraio 2014).