L’Agenzia delle Entrate fornisce alcuni chiarimenti in merito alla detraibilità degli interessi passivi per mutui abitazione principale


Tra i chiarimenti esposti dalla circolare 11/E in materia di Irpef, viene trattatto anche l’argomento “abitazione principale e detrazione di interessi passivi su mutui”. La circolare dell’Agenzia precisa che, in caso di mutuo stipulato per la costruzione dell’abitazione principale, la quota di interessi del coniuge fiscalmente a carico non può essere portata in detrazione dall’altro coniuge. L’art. 15 comma 1-ter del TUIR prevede una detrazione dall’Irpef pari al 19% degli interessi passivi su mutui ipotecari stipulati per la costruzione dell’abitazione principale, corrisposti dal contribuente, per un importo non superiore a 2.582,28 euro. La disposizione non contempla la facoltà prevista invece per gli interessi passivi sui mutui stipulati per l’acquisto dell’abitazione principale, dove ciascuno dei coniugi cointestatari del mutuo può detrarsi la propria quota di interessi, e, nel caso in cui uno dei due sia fiscalmente a carico dell’altro, la detrazione spetta a quest’ultimo per entrambe le quote.


Partecipa alla discussione sul forum.