La Tobin tax include anche la Croazia

di Angelo Facchini

Pubblicato il 13 giugno 2016

La Croazia entra ufficialmente a far parte dell’elenco di Stati con i quali sono in vigore accordi per lo scambio di informazioni o per l’assistenza al recupero crediti, stilato ai fini dell’individuazione dei soggetti tenuti all’imposta sulle transazioni finanziarie, “Tobin tax”. Nell’elenco, il 30 maggio, avevano fatto il loro ingresso il Principato del Liechtenstein, la Repubblica di Corea, la Federazione Russa, le Mauritius e la Repubblica di San Marino.