La rivalutazione di terreni e partecipazioni secondo la legge di Stabilità

Sono state apportate modifiche all’art.2, comma 2 del DL 282/2002, in materia di rivalutazione di terreni e partecipazioni detenuti fuori dal regime d’impresa da: persone fisiche; società semplici e soggetti assimilati; enti non commerciali per i beni fuori dall’esercizio dell’attività commerciale; soggetti non residenti con plusvalenze imponibili in Italia. La Legge n. 190/2014 riapre i termini per la rideterminazione dei valori di acquisto di partecipazioni non negoziate in mercati regolamentati, nonchè di terreni edificabili e con destinazione agricola posseduti alla data del 1° gennaio 2015. Le rivalutazioni permettono al contribuente di beneficiare di un minor carico fiscale ai fini Irpef in sede di cessione di tali partecipazioni o terreni, risparmiando sulla tassazione della plusvalenza.


Partecipa alla discussione sul forum.