LA RIFORMA DELL’IVA: i chiarimenti delle Entrate nella circolare 58/E

L’agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti sulle nuove regole in vigore dal 1° gennaio 2010 sulle prestazioni di servizi ai fini Iva. La circolare 58/E entra nel merito delle disposizioni contenute nella direttiva Servizi 2008/8/CE, con riferimento in particolare alla rilevanza territoriale dell’operazione. La novità, come già abbiamo già anticipato in precedenza, cambia la regola generale del luogo di tassazione Iva dei servizi resi a soggetti passivi: si passa dal criterio della tassazione nel Paese di stabilimento del prestatore a quello di tassazione nel Paese di stabilimento dell’ente. Scatta l’introduzione generalizzata del reverse charge per le prestazioni rilevanti in Italia rese da un soggetto non residente privo di stabile organizzazione.


Partecipa alla discussione sul forum.