La riforma del condominio: le novità dal testo approvato dal Senato

E’ stato approvato il 20 novembre il testo definitivo del progetto di legge sulla riforma del condominio. Le disposizioni entreranno in vigore dopo sei mesi dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Tra le novità di rilievo: nessun divieto di possesso/detenzione di animali domestici; per gli amministratori che abbiano commesso gravi irregolarità fiscali o non abbiano aperto o utilizzato il conto corrente condominiale,  i condomini, anche singolarmente, possono chiedere la convocazione dell’assemblea per far cessare la violazione e revocare il mandato all’amministratore;  il condomino può rinunciare all’utilizzo dell’impianto centralizzato di riscaldamento o di condizionamento, se dal suo distacco non derivano notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri condomini. In tal caso il rinunziante resta tenuto a concorrere al pagamento delle sole spese per la manutenzione straordinaria dell’impianto e per la sua conservazione e messa a norma.


Partecipa alla discussione sul forum.