La manovra ridisegna le prestazioni soggette all’ISEE


La riforma del Riccometro rivede le prestazioni soggette ad ISEE. La nuova disciplina terrà conto la quota di patrimonio ed i redditi esenti, nonché i carichi familiari con particolare riguardo ai nuclei con almeno tre figli. L’ISEE (indicatore della situazione economica equivalente) è un sistema entrato in vigore nel 2000 richiesto per alcune prestazioni assistenziali (asili nido, prestazioni territoriali varie, assegni familiari, ecc…), la maggior parte erogate dai Comuni. Proprio i Comuni hanno sempre lamentato una certa parzialità dell’indicatore derivante dal fatto che esso determina la “ricchezza” delle famiglie senza considerare una molteplicità di fattori (redditi e patrimoni esenti da IRPEF in particolare). La manovra Monti prevede una riforma da realizzarsi entro il 31 maggio 2012, con aggiornamenti delle modalità di determinazione e dei campi di applicazione dell’ISEE, che tenga conto dei patrimoni e dei redditi dei diversi componenti la famiglia e dei pesi dei carichi familiari, in particolare dei figli successivi al secondo. Inoltre sarà migliorata la capacità selettiva dell’indicatore valorizzando in misura maggiore la componente patrimonio ed una sua differenziazione in base alle diverse tipologie di prestazioni.


Partecipa alla discussione sul forum.

La manovra ridisegna le prestazioni soggette all’ISEE


La riforma del Riccometro rivede le prestazioni soggette ad ISEE. La nuova disciplina terrà conto la quota di patrimonio ed i redditi esenti, nonché i carichi familiari con particolare riguardo ai nuclei con almeno tre figli. L’ISEE (indicatore della situazione economica equivalente) è un sistema entrato in vigore nel 2000 richiesto per alcune prestazioni assistenziali (asili nido, prestazioni territoriali varie, assegni familiari, ecc…), la maggior parte erogate dai Comuni. Proprio i Comuni hanno sempre lamentato una certa parzialità dell’indicatore derivante dal fatto che esso determina la “ricchezza” delle famiglie senza considerare una molteplicità di fattori (redditi e patrimoni esenti da IRPEF in particolare). La manovra Monti prevede una riforma da realizzarsi entro il 31 maggio 2012, con aggiornamenti delle modalità di determinazione e dei campi di applicazione dell’ISEE, che tenga conto dei patrimoni e dei redditi dei diversi componenti la famiglia e dei pesi dei carichi familiari, in particolare dei figli successivi al secondo. Inoltre sarà migliorata la capacità selettiva dell’indicatore valorizzando in misura maggiore la componente patrimonio ed una sua differenziazione in base alle diverse tipologie di prestazioni.


Partecipa alla discussione sul forum.