La Guardia di Finanza spiega in una circolare le modalità delle verifiche


Circolare della Guardia di Finanza sulle modalità delle verifiche (n. 155554/2009 dell’8 maggio). 900 sono i controlli che si svolgeranno entro fine anno, il 20% riguarderà l’assistenza a Equitalia in interventi di pignoramento, il resto saranno accertamenti patrimoniali finalizzati a individuare beni e valori in possesso dell’imprenditore/professionista debitore verso l’Erario di somme superiori a 25mila euro. Detti controlli si presenteranno simili a qualunque ispezione fiscale, quindi con accessi, verifiche, esame di contabilità e via discorrendo …. , la differenza si concretizzerà sulla ricerca di beni e valori sui cui Equitalia potrà far valere le proprie pretese creditorie. Ciascun accertamento durerà in media una settimana lavorativa. L’individuazione dei contribuenti da sottoporre a verifica sarà fatta da Equitalia che li selezionerà dalla platea dei debitori, nei limiti indicati, con evidenti profili a rischio ai fini del recupero degli importi più consistenti.


Partecipa alla discussione sul forum.