La fattura emessa e non conservata può costituire occultamento della contabilità

di Angelo Facchini

Pubblicato il 4 agosto 2017



Anche il solo non stampare la documentazione costituisce occultamento della stessa. Tale delitto, che tutela il bene giuridico della trasparenza fiscale, sussiste in tutti i casi in cui la distruzione o l’occultamento dei documenti contabili dell’impresa non consenta o renda difficoltosa la ricostruzione delle operazioni. Questa è l'interpretazione della Corte di cassazione, terza sezione penale, nella sentenza n. 35173 del 18 luglio 2017.