La disciplina delle società di comodo non si applica se si è congrui agli studi di settore

La circolare dell’Agenzia delle entrate n 8/E del 16 marzo scorso precisa che le società in perdita fiscale per tre periodi d’imposta consecutivi sono escluse dall’applicazione della normativa sulle società di comodo se congrue e coerenti agli studi di settore. La congruità rileva anche per effetto dell’adeguamento in dichiarazione; la condizione di esclusione deve essere verificata nel solo esercizio di riferimento e non anche nel triennio utilizzato per il calcolo dei ricavi nel test di operatività (circolare 9/E/2008).

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it