LA DIRETTIVA SERVIZI OGGI IN DISCUSSIONE: le licenze per Bar e Ristoranti

Oggi il Consiglio dei ministri si appresta a licenziare la direttiva servizi che liberalizza le regole per l’apertura di negozi, pubblici esercizi, attività commerciali. La comunicazione unica, si ricorda che dal 1° aprile sarà attiva a tutti gli effetti, servirà ad avviare l’attività, fatti salvi i requisiti di onorabilità del titolare. A questa norma faranno eccezione i pubblici esercizi (bar, ristoranti) senza una clientela predefinita per i quali è previsto il sistema autorizzatorio coperto dal silenzio-assenzio e un tempo massimo di risposta di 60 gg. A queste attività potrà essere negato il via libera solo per salvaguardare zone di pregio artistico e culturale, centri storici e maggior afflusso di gente laddove i residenti potrebbero vedersi peggiorata la propria condizione di vita. Vengono, comunque, meno i limiti numerici degli esercizi legati al reddito della popolazione residente o fluttuante. I pubblici esercizi con clientela predefinita, per esempio i bar di stazione, dovranno presentare una DIA (denuncia di inizio attività). La DIA sostituirà il regime autorizzatorio, e interesserà anche attività della distribuzione della stampa periodica eliminando i limiti precedenti riguardo le nuove aperture.


Partecipa alla discussione sul forum.