La CTP di Bari si esprime contro il fermo e l’ipoteca insieme sullo stesso

La CTP di Bari (sentenza numero 177/02/2011) dice no a due misure cautelari prese insieme: i due provvedimenti presi in maniera congiunta rappresentavano un “eccesso di cautela”.  Il caso riguardava un agente di commercio nei cui confronti erano state disposte le due misure cautelari per un importo pari al doppio del debito fiscale. “L’Agente della riscossione non può attivare il fermo amministrativo sull’autovettura che il contribuente utilizza per lavoro, se ha già iscritto ipoteca sull’immobile del debitore per un importo pari al doppio del debito fiscale”. Per la Commissione privare dell’automezzo il contribuente, agente di commercio, avrebbe impattato negativamente sul suo reddito rischiando di i rendere permanente il suo conclamato stato di insolvenza.

 

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it