La corte costituzionale (non) si esprime sulla giustizia tributaria


Con l’ordinanza n. 227 del 20 ottobre 2016 la Corte Costituzionale si è pronunciata sull’ ordinanza di rimessione n. 280/2014 della Commissione Tributaria Provinciale di Reggio Emilia nella quale erano state sollevate eccezioni di incostituzionalità sull’ ordinamento degli organi speciali di giurisdizione tributaria e sull’organizzazione degli uffici di collaborazione (DLgs. n. 545/92), nonché sull’ “equo processo” ai sensi dell’art. 6 § 1 CEDU. La molteplicità e diversità delle questioni rimesse, nonché l’indeterminatezza e l’ambiguità delle doglianze comportano, secondo la costante giurisprudenza costituzionale, l’inammissibilità delle questioni. Afferma la Corte, inoltre, che gli interventi di questo tipo – manipolativi di sistema – sono in linea di principio estranei alla giustizia costituzionale, ed eccedono i poteri di intervento della Corte, in quanto implicano scelte affidate alla discrezionalità del Legislatore


Partecipa alla discussione sul forum.