IVA: trasmissione dichiarazioni periodiche dal 2017


Il Dl n. 193/2016 ha apportato delle modifiche in materia di liquidazioni Iva. Dal prossimo anno andranno trasmesse, entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre, le liquidazioni periodiche ai fini Iva, anche nell’ipotesi di liquidazione con eccedenza a credito (art.21-bis, Dl n.78/2010). Sono esonerati dalla trasmissione della comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA i soggetti non tenuti alla presentazione della Dichiarazione Iva o all’effettuazione delle liquidazioni periodiche, sempre che, nel corso dell’anno, non vengano meno le predette condizioni di esonero. Il decreto prevede un credito d’imposta di 100 euro per i soggetti in attività nel 2017 e con un volume d’affari nell’anno precedente non superiore a 50.000 euro, per l’adeguamento tecnologico connesso alle modifiche normative da usare in compensazione dal 2018. Dal 2017 vengono soppressi i seguenti adempimenti: la comunicazione dei dati relativi ai contratti stipulati dalle società di leasing, e dagli operatori commerciali che svolgono attività di locazione e di noleggio; la trasmissione degli elenchi Intrastat limitatamente agli acquisti intracomunitari di beni e servizi da soggetti stabiliti in un altro Stato membro dell’UE; la comunicazione annuale delle operazioni con i Paesi Black List. I termini per la dichiarazione Iva annuale sono: mese di febbraio per l’Iva dovuta per il 2016 e tra l’1 febbraio e il 30 aprile per l’Iva dovuta a decorrere dal 2017.


Partecipa alla discussione sul forum.