IVA: una partita IVA cessata non preclude la detrazione

Secondo una sentenza della Corte Ue (causa C-101/16), emessa su un caso di diniego del diritto alla detrazione dell’Iva esposta in una fattura emessa da un contribuente dichiarato inattivo dall’amministrazione, non può essere negata la detrazione dell’Iva solo per il fatto che il fornitore del servizio ha una partita Iva inattiva. In particolare, detta dichiarazione di inattività, secondo il diritto rumeno, era resa pubblica e accessibile sul web a qualsiasi soggetto passivo nazionale, ma non era stata comunicata alla società committente, che aveva detratto in buona fede l’Iva versata al prestatore a titolo di rivalsa.


Partecipa alla discussione sul forum.