IVA dei servizi internazionali


La legge 88/2009 – comunitaria 2008 – definisce nuove regole circa la tassazione Iva dei servizi internazionali, rimborsi a soggetti passivi non residenti, modelli intrastat. L’Italia non ha ancora definito le regole, e l’entrata in vigore è prevista il 1° gennaio 2010. Le nuove norme vogliono che la tassazione avvenga nel Paese dove ha luogo il consumo del servizio; il soggetto passivo dell’imposta è allargato a chi effettua operazioni non soggette a Iva, e a Enti già identificati ai fini Iva anche per attività diverse da quelle commerciali; gli elenchi intrastat devono essere inviati solo in via telematica, e comprendono anche gli acquisti di beni e/o servizi tra soggetti passivi Iva stabiliti in paesi Ue dove opera il reverse charge.


Partecipa alla discussione sul forum.