Iva al 5% per basilico, rosmarino e salvia


L’Iva al 5%, di cui al n. 1-bis) della tabella A, parte II-bis, allegata al Dpr 633/1972, si applica solo a confezioni contenenti esclusivamente le piante aromatiche espressamente e tassativamente indicate dalla norma. In tutti gli altri casi, indipendentemente dalla presenza prevalente di piante ad aliquota ridotta, se nella stessa confezione sono presenti anche altre erbe aromatiche, l’intera confezione sconta l’Iva ordinaria, attualmente del 22%. Per quanto concerne le cessioni di aromi in vaso, la norma consente l’applicazione dell’aliquota agevolata solo ed esclusivamente per le piante allo stato vegetativo di basilico, rosmarino e salvia. Tanto è chiarito dall’Agenzia delle Entrate nella risoluzione 56/E del 3 maggio 2017.


Partecipa alla discussione sul forum.