ISA e fatture elettroniche: le “nuove” deleghe fiscali

ISA e fatture elettroniche: le “nuove” deleghe fiscali

I provvedimenti n.107524 del 29 aprile 2019 e n. 126200 del 10 maggio 2019 del Direttore dell’Agenzia delle Entrate introducono novità riguardanti le deleghe agli intermediari per la consultazione delle fatture elettroniche e l’acquisizione dei dati necessari alla compilazione degli ISA. Il primo prevede che a partire da oggi, 31 maggio, e fino al 2 settembre, è possibile aderire al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici; gli intermediari delegati prima del 21 dicembre 2018, per poter accedere al serviio, dovranno acquisire nuovamente la delega. Con il secondo, si prevedono due distinti procedimenti, a seconda che l’intermediario sia o meno delegato alla consultazione del Cassetto fiscale del contribuente per il quale richiede i dati al fine di elaborare gli ISA. Nel primo caso, per consentire le necessarie verifiche, occorre seguire quanto previsto al punto 8.1 del provvedimento: trasmettere attraverso Entratel un file contenente l’elenco dei contribuenti per cui si risulta delegati alla consultazione del relativo Cassetto fiscale e per i quali si richiedono i dati. Se non si possiede la delega – punto 8.2 del provvedimento n. 126200 – gli intermediari devono acquisire le deleghe preventivamente, numerandole e annotandole, giornalmente, in un apposito registro cronologico. Nel trasmettere poi, attraverso Entratel, il file contenente l’elenco dei contribuenti deleganti, dovranno anche indicare, per ciascuno, la “risposta” alla domanda di riscontro necessaria a garantire l’effettivo conferimento della delega, la domanda di riscontro dati presenti nella dichiarazione Iva 2018 del contribuente o, in assenza, nel modello dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore 2018.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it