IRAP: la deducibilità è contesa

Torna all’esame della Corte Costituzionale la deducibilità dell’Irap. I giudici di Bologna arricchiscono gli argomenti in materia. In particolare, a fronte del dubbio di costituzionalità sollevato dalle Commissioni di Parma, Genova e Chieti sull’indeducibilità dell’Irap dalla base imponibile Ires, hanno ritenuto infondata la tesi perchè nessun ostacolo costituzionale tocca la tassazione del reddito sia con un’imposta personale qual’è l’Ires, sia con una reale qual’è l’Irap: la deducibilità della seconda dalla prima vanificherebbe in parte la volontà del legislatore. L’Irap può benissimo colpire interessi passivi e costo del lavoro, perchè il presupposto dell’imposta è il valore aggiunto prodotto da un’attività autonomamente organizzata; l’indeducibilità non può però comportare che interessi passivi e costo del lavoro siano tassati ai fini Ires, anche solo in parte, essendo questi componenti negativi di reddito: non è coerente prima dedurli, poi riaggiungerli all’imponibile a titolo di Irap indeducibile.


Partecipa alla discussione sul forum.