IRAP: la CTP di Novara esclude l’attività del revisore contabile dall’imposta

L’attività del revisore contabile è esentata dall’IRAP. Secondo la CTP di Novara (sentenza 4/1/10) il tipo di attività non richiede e non consente di fare ricorso ad alcuna organizzazione propria. Il caso vuole un revisore contabile cancellato dal collegio dei ragionieri e componente di qualche collegio sindacale, iscritto al solo registro dei revisori. L’Ente impositore pretendeva il pagamento dell’imposta, ma il giudice tributario ha accolto il ricorso del contribuente perché l’attività del revisore ha carattere puramente concettuale, sicuramente assimilabile in tema di reddito a quella professionale, ma con modalità che non abbisognano di una particolare organizzazione, è tutto sotto la responsabilità della persona (revisore), costituisce “un unicum ontologicamente non inquadrabile in una professione tipica” che richiede una autonoma organizzazione del lavoro.


Partecipa alla discussione sul forum.