Invio telematico corrispettivi per attività di porta a porta

di Angelo Facchini

Pubblicato il 26 ottobre 2018

L’Agenzia delle entrate nella risposta n. 53/2018 a un’istanza di interpello presentata da una società, che svolge attività di vendita al dettaglio tramite incaricati “porta a porta” e con varie filiali commerciali distribuite su tutto il territorio nazionale, ha chiarito che anche se i punti cassa sono mobili, è possibile inviare i corrispettivi in modo telematico.