Invio dati fattura: i chiarimenti dell’Agenzia


L’articolo 3, comma 1, Dl n. 127/2015 ha introdotto  la possibilità per i soggetti passivi di optare, a partire dal 1° gennaio 2017, per la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate dei dati di tutte le fatture emesse e ricevute e delle relative variazioni. A regime, l’opzione deve essere esercitata entro il 31 dicembre dell’anno precedente e ha effetto per l’anno solare in cui ha inizio la trasmissione telematica dei dati e per i quattro anni solari successivi. Al termine di tale periodo, se non revocata, l’opzione si estende di quinquennio in quinquennio. Per i soggetti che iniziano l’attività in corso d’anno e che intendono esercitare l’opzione sin dal primo giorno di attività, l’opzione ha effetto dall’anno solare in cui viene esercitata. Per il 2017 l’opzione può essere esercitata a partire dal 14 dicembre 2016 e fino al 31 marzo 2017. Nella circolare n. 1/E del 7 febbraio 2017, l’Agenzia fornisce utili chiarimenti per la corretta compilazione del file, con particolare riguardo alle informazioni da inserire nel tracciato relative alla tipologia e alla natura dell’operazione indicata in fattura.


Partecipa alla discussione sul forum.