INVII TELEMATICI: il ravvedimento operoso per gli intermediari


Poche ore alla conclusione degli invii telematici delle dichiarazioni da parte degli intermediari abilitati. A questo proposito, l’intermediario che ha assunto l’impegno alla trasmissione e non provvede ad effettuarlo alla scadenza prevista, può sanare l’irregolarità presentando entro 90 gg dalla scadenza il modello in questione. Contestualmente deve versare la sanzione prevista per la sua condotta omissiva, nonché le sanzioni a carico del contribuente per la tardiva presentazione del modello, entrambe ridotte ad 1/8 del minimo. Il ravvedimento è previsto anche per l’infedele visto di conformità a patto che il Caf, o il professionista, provveda a darne comunicazione all’agenzia delle Entrate versando, anche, la sanzione prevista pari ad 1/5 del minimo. Nessuno sconto è concesso a chi commette ripetutamente le violazioni. (Circ. 52/E Agenzia delle Entrate 27 settembre 2007).


Partecipa alla discussione sul forum.