Investimenti al Sud: la disciplina illustrata dall’Agenzia


Con la circolare n. 34/E del 3 agosto 2016, l’Agenzia delle Entrate illustra la disciplina agevolativa, introdotta dalla legge 208/2015, diretta a favorire gli investimenti destinati a strutture produttive ubicate nelle zone assistite delle regioni Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo. L’agevolazione consiste in un credito di imposta, e spetta a tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, individuabili in base all’articolo 55 del Tuir, indipendentemente dalla natura giuridica assunta, che effettuano nuovi investimenti destinati a strutture produttive situate nelle aree ammissibili. Possono beneficiare dell’agevolazione anche le imprese che intraprendono l’attività successivamente alla data di entrata in vigore della legge istitutiva del credito. Interessa gli investimenti fatti dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2019.


Partecipa alla discussione sul forum.