Interpelli: possibile compensare IMU con IVA per importi superiori a 1.500 euro

di Angelo Facchini

Pubblicato il 24 settembre 2020



Nella risposta all’interpello n. 385 del 22 settembre 2020, l’Agenzia delle entrate ha affermato che riguardo l’IMU non può essere applicato il divieto di compensazione dei debiti superiori a 1.500, relativo ai tributi erariali, perché l’imposta è considerata un tributo comunale e la parte dedicata allo Stato è una riserva di gettito. Pertanto, si possono utilizzare i crediti IVA per compensare i debiti con il modello F24.