Interpelli: per i redditi esteri vale la residenza

di Angelo Facchini

Pubblicato il 8 ottobre 2018

In tema di doppie imposizioni fiscali, l’Agenzia delle entrate, con la risposta 25/2018 ad un interpello posto in materia, ha chiarito che il cittadino italiano che lavora in Lussemburgo, può fare ricorso alla Convenzione contro le doppie imposizioni, solo se riesce a dimostrare di essere stato residente in quel paese “nella maggior parte del periodo d’imposta”.