INTERPELLI: la risoluzione 52/E del 17 giugno sulla E-fattura


L’Agenzia delle entrate risponde ad un interpello di un contribuente e accetta la gestione totalmente elettronica delle fatture che fruiscono di incentivi fiscali e/o di finanziamenti pubblici. La risoluzione fornisce una soluzione operativa che consentente alle imprese di conservare queste fatture in modo sostitutivo e di gestire virtualmente gli adempimenti di “timbratura” del documento al fine di provare l’originalità dello stesso, ed evitare che venga utilizzato più volte in sede di richiesta dell’agevolazione o di rendicontazione delle spese sostenute. Così facendo l’Agenzia delle entrate supera la nozione di documento conservato a norma e si avvia verso la verifica del processo di “produzione” documentale; viene, infatti, accettato un processo diretto a garantire l’apposizione dell’annotazione richiesta ai fini della fruizione delle agevolazioni fiscali, mediante la creazione di un documento informatico di timbratura, da associare alla fattura oggetto di agevolazione e da trasferire insieme a questa in conservazione sostitutiva


Partecipa alla discussione sul forum.