INPS: la posizione contributiva unica

L’INPS rende noto (circ. n. 172 del 31 dicembre 2010) che il datore di lavoro dovrà richiedere l’apertura di una posizione contributiva unica, con il conseguente rilascio del numero matricola, esclusivamente in fase di inizio dell’attività con dipendenti. L’adempimento sarà effettuato solo tramite il canale telematico nei seguenti modi: nei casi di avvio dell’attività dell’impresa con contemporanea assunzione di personale dipendente, mediante la Comunicazione Unica al registro delle imprese;
nei casi di assunzione di lavoratori dipendenti successivamente, mediante la comunicazione unica ovvero mediante la procedura telematica di iscrizione disponibile nei servizi online dell’INPS. Viene abolito il modello DM68.
Restano ferme le regole che dispongono l’apertura di distinte posizioni aziendali per le quali, sono previsti obblighi contributivi differenziati in capo al medesimo datore di lavoro e dalle quali possono discendere anche diversità di classificazione ai fini previdenziali e assistenziali.


Partecipa alla discussione sul forum.

INPS: la posizione contributiva unica

L’INPS rende noto (circ. n. 172 del 31 dicembre 2010) che il datore di lavoro dovrà richiedere l’apertura di una posizione contributiva unica, con il conseguente rilascio del numero matricola, esclusivamente in fase di inizio dell’attività con dipendenti. L’adempimento sarà effettuato solo tramite il canale telematico nei seguenti modi: nei casi di avvio dell’attività dell’impresa con contemporanea assunzione di personale dipendente, mediante la Comunicazione Unica al registro delle imprese;
nei casi di assunzione di lavoratori dipendenti successivamente, mediante la comunicazione unica ovvero mediante la procedura telematica di iscrizione disponibile nei servizi online dell’INPS. Viene abolito il modello DM68.
Restano ferme le regole che dispongono l’apertura di distinte posizioni aziendali per le quali, sono previsti obblighi contributivi differenziati in capo al medesimo datore di lavoro e dalle quali possono discendere anche diversità di classificazione ai fini previdenziali e assistenziali.


Partecipa alla discussione sul forum.